Via Gavinana 6
21052 Busto Arsizio
Tel: 0331/634132
Fax: 0331/679422
C.f. CNDNRC65H21B300S
P.Iva: 01606100129

..
Articoli anno 2020

I nostri dati: un bene economico 10 4 2020

Decreto cura Italia: le sanzioni cambiano natura 27 3 2020

Coronavirus: gli affitti vanno pagati? 27 3 2020

Coronavirus: tutti spiati ? 20 3 2020

Spese per i figli: ogni volta una causa ! 5 3 2020

Foto a prova di infedeltà 27 2 2020

Accertamento paternità e indagini ematologiche: rifiuto equivale a prova 5 2 2020

Locazione commerciale: sempre dovuta indennità a fine contratto 19 1 2020

Bloccare un veicolo è violenza privata 5 1 2020

Email degli ex dipendenti: vanno chiuse ! 3 1 2020

Foto a prova di infedeltà



Bastano foto che ritraggano persona in atteggiamento ^intimo^ a fondare l'addebito della separazione per infedeltà



Cassazione civile, sez. VI-1, sentenza 24 febbraio 2020, n. 4899, confermando la sentenza della Corte di merito, ha ritenuto che, per fondare una domanda di addebito di responsabilità nella separazione per infedeltà coniugale, possano bastare foto che ritraggano la persona in atteggiamento 'intimo', posto che tale atteggiamento 'secondo la comune esperienza, induce a presumere l'esistenza tra i due di una relazione extraconiugale'.
Il principio in questione, liquidato dalla Suprema Corte in una decisione stringatissima, è stato espresso in una sentenza che ha respinto le richieste del marito - presunto fedifrago - di valutare in modo diverso il contenuto delle fotografie, dalle quali, a suo dire, si doveva dedurre un comportamento amicale e non intimo.
La valutazione del materiale fotografico - essendo questione di merito - non può venir nuovamente svolta dalla Corte di Cassazione, che difatti ha dichiarato il ricorso inammissibile. Tuttavia la sentenza in esame fornisce due insegnamenti:
a) basta una fotografia a fondare la domanda di separazione
b) occorre prestare molta attenzione agli atteggiamenti che si assumono nei confronti di una persona diversa dal coniuge, al fine di non dar luogo ad equivoci e non vedersi addebitata una infedeltà che, in realtà, non esiste.

Avvocato Enrico Candiani Foto di: Jhonatan_Perez da Pixabay




hanno visto questa sezione:
visitatori dal 1 gennaio 2010
.